giovedì 8 giugno 2017

AyidaK nel mondo reale ~ ABOUT ME

AyidaK nel mondo reale si chiama Giorgia e ha 25 anni, è nata in agosto ed è del leone, vive in provincia di Vicenza tra le montagne, letteralmente, visto che vive in una valle.

Quando aveva 9 ha iniziato a suonare il flauto traverso, quando ne aveva 12 ha stressato così tanto i genitori che le hanno permesso di iniziare anche pianoforte. Si è diplomata al Liceo Artistico nella sezione Architettura e Arredo; ha fatto richiesta per frequentare la Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts, ma non è stata ammessa, così ha ripiegato sull'Università IUAV di Venezia, dove nel luglio 2014 si è laureata in Pianificazione Urbanistica e Territoriale, e ora lavora in un ricamificio. Ha tutto molto senso...


Si è appassionata alla fotografia quando era ancora alle elementari. Tutti in gita avevano la macchinetta fotografica usa e getta, mentre lei girava con l'Olympus OM-1 del padre, con due obiettivi: il cinquantino e il 28mm.
25 aprile 2017 - Bassano del Grappa (VI)
Dopo aver vinto una borsa di studio in quinta superiore si è presa la reflex digitale, una Nikon D3000 con due obiettivi (il 18-55mm e il 55-200mm), ora invece possiede una Nikon D5300 (un regalo per la laurea).

Ha iniziato a frequentare le fiere del fumetto (in primis il Lucca Comics and Games) nel 2005 e dal 2010 ha iniziato a fare cosplay, senza più fermarsi. Al primo anno di università le è stata regalata una macchina da cucire lineare dalla madre (stufa di vederla bucarsi le dita cucendo a mano), qualche anno più tardi (grazie alle offerte del supermercato) è riuscita a comprarsi anche una taglia e cuci. Dopo qualche tentativo (ma neanche tanti in realtà) è riuscita a trascinare in questo mondo anche il fratello maggiore e a coinvolgere sempre di più anche il padre nella realizzazione degli accessori e delle scenografie.

Nel settembre 2016 è entrata a far parte della Croce Rossa Italiana come volontaria e ora (dopo mesi di studio e tirocinio) fa servizio attivo in ambulanza e aiuta il suo comitato anche facendo le foto alle attività, ai corsi e alle esercitazioni.


A Giorgia piace
: il tea caldo; il suo coniglietto Levin; la pioggia, quando può stare a casa; la neve, anche quando deve essere a lavoro alle 6 e gli spazzaneve non sono ancora passati; cucire, ricamare, creare accessori per i cosplay; ascoltare canzoni random da YouTube; cucinare; fare esperimenti su foto e video (suoi) al computer, anche se la maggior parte non li pubblica neanche; programmare nuovi progetti, che chissà quando mai verranno fatti.

A Giorgia non piace: la pioggia, quando ha organizzato uno shooting in esterna; gli insetti; i peperoni; pettinare le parrucche lunghe; gli apparecchi elettronici che si scaricano nel momento peggiore; la persone che urlano di prima mattina, o meglio, chi urla e basta; dover fare le cose all'ultimo momento per un problema organizzativo altrui; quando i progetti che programma non può portarli a termine.

Nella borsa di Giorgia c'è: 
-cellulare
-il portafoglio vecchio e logoro acquistato ad un Lucca di molti anni fa,
-l'astuccio con penne, matite ed evidenziatori,
-l'agenda ed il notebook in cui appunta tutte le idee malsane che le vengono in mente,
-la crema per le mani,
-uno o più pacchetti di fazzoletti, a seconda del raffreddore o dell'allergia,
-due stick di burro cacao (di cui uno finito, ma che non si decide a buttare),
-il power bank, quasi sempre scarico,
-un portamonete bellissimo a forma di gufo;
-gli auricolari per il cellulare
-forcine ed elastici a random, 
-il mazzo di chiavi, con più chiavi di quel che usa.


Sogni nel cassetto:
-fare un lavoro creativo e sempre stimolante;
-continuare a fare servizio per la CRI e continuare a crescere in questo campo;
-portare ad una fiera o per un shooting un intero gruppo di Love Live e uno di RWBY.
-accedere ad una gara internazionale di cosplay.

Nessun commento:

Posta un commento