giovedì 23 giugno 2016

3 gonne da realizzare in meno di un'ora (o quasi)

L'ultimo tutorial che ho pubblicato è stato il 29 gennaio? E' passato sul serio così tanto tempo?!
Meglio rimediare subito!
Eccoci quindi qua con un nuovissimo tutorial, tutto dedicato all'estate! Per me estate significa: caldo, sudore e gonne (ahahahaha), quindi oggi vi propongo tre tipologie di gonne dal cartamodello facilissimo! Anzi, praticamente il cartamodello non serve neanche, potrete realizzarle in poche ore e saranno subito pronte per essere indossate!
Il bello di queste gonne è che a seconda del tipo di stoffa e della fantasia che scegliete, possono passare dall'essere eleganti, sportive o casual, quindi a voi la scelta! Ma ora basta chiacchiere e iniziamo.

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
La prima gonna che vi voglio spiegare ha un taglio semplicissimo: è a vita alta, è arricciata leggermente in vita e scende poi dritta fin sopra al ginocchio; per impreziosirla un po', al posto del classico elastico (interno o esterno che fosse) ho utilizzato un bell'elastico nero (che contrasta con il bordeaux della tela) che è leggermente più lavorato, ha come delle piccole arricciature che creano un effetto grazioso.
Per realizzarla serve:
  • un elastico (da esterno in questo caso) della stessa lunghezza della vostra circonferenza vita (o fianchi, se non la volete a vita alta); ho usato un elastico nero perché non sono riuscita a trovarne uno di un colore che si avvicinasse alla tela che avevo scelto, così ho preferito scegliere qualcosa in contrasto.
  • un rettangolo di stoffa alto a seconda della lunghezza che volete dare alla vostra gonna (es. circa 50 cm per una gonna al ginocchio) e più lungo dell'elastico (per capire bene la lunghezza della stoffa è sempre meglio prima tendere l'elastico -già tagliato della misura corretta- al massimo e prendere questa misura per tagliare la stoffa).

Per la confezione basterà chiudere l'elastico e chiudere il rettangolo di stoffa (che avete precedentemente passato a taglia cuci o con lo zig zag), così che formino due cerchi; una volta fatto questo si metterà cucitura su cucitura (esterno gonna con interno elastico, così che l'elastico rimanga totalmente visibile) e si spillerà, dopodiché inizierà un lavoro di enorme pazienza: bisogna infatti dividere la lunghezza della gonna e dell'elastico a metà e spillare assieme anche questo punto, poi si dividerà le metà a metà e si spillerà assieme, e così via...
Divisi ed uniti tutti i punti, si potrà finalmente cucire. Partite a cucire dal retro facendo una piccola salda; per continuare dovrete tendere l'elastico finché non risulta "al pari" del tessuto, in questo modo (una volta cucito tutto) la stoffa si arriccerà automaticamente! L'importante è cercare di andare il più dritto possibile con la cucitura! Spesso questa tipologia di elastici ha una serie di righe orizzontali: sceglietene una e seguitela fino alla fine.
Dopo aver attaccato l'elastico non vi rimarrà che cucire l'orlo (a mano o a macchina, come preferite), stirarla e siete pronte per indossarla per andare a prendere un caffè in centro!

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
La gonna a pieghe che vi presento è un altro modello molto facile e molto carino da realizzare!
Scavando nei cestoni della tela a scampoli, ho trovato questa fantasia di cui mi sono innamorata subito e non ho potuto lasciarla là! Questo scampolo è stato poi a vegetare per mesi in un cassetto fino a quando, iniziate finalmente le belle giornate, non mi è venuta voglia di usarla per farci una bella gonna!
Quello che serve è:
  • una cerniera (ne ho scelto una in metallo per dare quel tocco in più alla gonna! Girando per i negozi di abbigliamento ho spesso visto gonne semplici con le fasce elastiche in vita ed appunto sul retro delle cerniere in metallo, perciò ho voluto riproporre questo accostamento!), perché non voglio che le pieghe vengano arricciate, visto che devono rimanere lisce è necessario creare un'apertura per poter indossare la gonna;
  • un elastico o un cinturino della lunghezza della vostra vita (non serve necessariamente l'elastico perché essendoci la cerniera e non volendo alcuna arricciatura, l'elastico perde la sua natura "elastica", e rimane solo di bellezza);
  • un rettangolo di stoffa alto a seconda della lunghezza che volete dare alla gonna, e lungo il triplo della vostra circonferenza vita. Questo rettangolo potrà essere diviso (anzi, forse è proprio meglio dividerlo) in tre parti: una metà e due metà della metà; facciamo un esempio pratico: se avete una circ. vita di 90 cm, il rettangolo dovrà essere lungo 270 cm, ora o si prende la stoffa al metro e si avrà il rettangolo tutto unito (ma diciamocelo, è uno spreco!), si può invece dividere questo in tre parti: una lunga 135 cm (la metà di 270) che sarà il davanti della gonna, mentre le altre due parti (lunghe 67,5 cm -metà di 135-) saranno il retro. Il retro lo si divide direttamente a metà perché si andrà poi ad inserire la cerniera.
Per confezionarla bisogna innanzi tutto unire i tre pezzi di tessuto (precedentemente passati a taglia cuci o con lo zig zag): ai lati quelli piccoli ed al centro quello per il davanti, così che le cuciture rimangano esattamente sui fianchi e nel centro dietro; dopodiché si inizierà a spillare le pieghe, partendo dal centro davanti. Le pieghe possono essere fatte nel modo che preferite, ma l'importante è che una volta spillato tutto la lunghezza del tessuto risulti uguale alla vostra circonferenza vita. Il modello di pieghe che ho utilizzato è quello nel disegno qua sopra: le pieghe visibili sono da 10 cm, i rientri da 5 cm, e pieghe nascoste (possiamo chiamarle così?) da 10 cm, un rientro da 5, e così via. Mi raccomando solo di partire dal centro davanti con una piega visibile perché così andrete meglio per riuscire a far tornare tutto le pieghe abbastanza giuste.
Dopo aver realizzato tutte le pieghe, vi consiglio di fissarle con una cucitura il più vicino possibile al bordo, così che non possano "scappare".
E' ora il momento di cucire l'elastico, il metodo è praticamente uguale a quello della gonna precedente, solo che in questo caso non servirà tirare l'elastico per pareggiarlo con la stoffa perché, se avete fatto le pieghe giuste, i due dovrebbero coincidere esattamente (in caso contrario, basterà tirare un po' l'elastico per pareggiarlo, proprio come nella prima gonna).
Attaccata anche la fascia elastica, o il cinturino, è tempo di chiudere la gonna e cucire anche la cerniera; fatto anche questo, non mancherà che cucire l'orlo, e sarete prontissime per uscire!

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
L'ultima gonna di cui vi voglio parlare è la gonna a ruota, che fra le tre probabilmente ha bisogno di un po' più di calcoli e disegno, ma non un vero e proprio cartamodello.


Per questa gonna ho deciso di proporvi due versioni! Questo è il disegno a cui fare riferimento se volete una classica gonna a ruota:
Questa che segue, invece, è una piccola variazione alla classica gonna a ruota, che è effettivamente quella che indosso nelle foto: prevede semplicemente che il semicerchio del dietro sia leggermente più allungato (nel disegno sono circa 20cm in più della lunghezza del davanti), così da dare un po' più di movimento alla gonna! :)

Partiamo da quel che serve:
  • un cinturino della lunghezza della vostra vita e alto quanto desiderate (va ricordato però, che se volete che si vedano -una volta indossata la gonna- 5 cm di cinturino, questo va tagliato a 10 cm + margini di cucitura, perché andrà ripiegato su se stesso). La gonna che vi propongo in foto ha un cinturino irrigidito con della tela adesiva, e non ha elastico in questo caso, ma come per le altre anche in questa si potrebbe mettere una fascia elastica esterna.
  • una cerniera perché anche in questo caso non voglio che in vita venga arricciata, in questo caso essendo la stoffa elegante (sarebbe in realtà una stoffa da giaccia da uomo -non si stropiccia quasi per niente!-) ho preferito optare per una zip invisibile.
  • Due semicerchi di stoffa, per disegnarli dovrete avere la misura della vostra circonferenza vita e la lunghezza ideale della gonna. Per disegnare il semicerchio piccolo (quello che poi corrisponderà a metà della vostra circonferenza vita) dovrete calcolare il raggio, che è: 1/6 della circ. vita -0,5 cm (oppure il diametro che è 1/3 della circ. vita -1 cm); dopo aver tracciato il semicerchio piccolo bisognerà segnare la lunghezza della gonna con un altro semicerchio che coinciderà con il centro di quello piccolo.
La confezione è molto semplice: basterà unire i due fianchi (sempre dopo aver passato tutta la stoffa a taglia cuci o zig zag), ricordandosi che sul fianco sinistro andrà lasciata un'apertura per poter cucire la cerniera. Si passerà poi ad attaccare il cinturino alla gonna; a cucire a mano  la cerniera invisibile lungo l'apertura sul fianco sinistro, finita anche quest'operazione basterà ripiegare su se stesso il cinturino (con il margine di cucitura all'interno) e chiudere anch'esso con un punto invisibile lungo tutto l'interno della gonna. Dopo che avrete cucito anche tutto l'orlo, sarete pronte per una giornata in ufficio! :)
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Spero abbiate trovato utile questo (lungo) tutorial e che tornerete presto a trovarmi <3
Per qualsiasi domanda o chiarimento sono sempre a disposizione!


Vi aspetto giovedì prossimo con un nuovo articolo <3 <3

Nessun commento:

Posta un commento