martedì 24 novembre 2015

Le 5 cose che ho imparato dalle gare cosplay

Ciao a tutti! Dopo alcune settimane di assenza per via di qualche problema in famiglia, sono tornata a scrivere sul mio piccolo blog <3 non per un tutorial, non per recensire fiere o alcun che, solo così, per parlare!

Sono sicura che abbiate già sentito che qualcuno ha utilizzato il cosplay come metodo per vincere la timidezza, ed è così anche per me, almeno in parte!
Ho iniziato a fare cosplay ed a cucirmeli come sfogo creativo (uno sfogo moooolto costoso alle lunghe, ma questa è un'altra storia...), ma che piano piano mi sta aiutando a vincere la mia timidezza. Ci vorrà ancora tantissimo tempo per vincerla del tutto, ma si parte sempre a piccoli passi. Però, visto appunto che è un'evoluzione molto lenta, ho trovato il modo di darmi uno "scossone" ulteriore: le gare/esibizioni cosplay!
Quello delle gare è un argomento molto combattuto secondo me in questo ambito. So che alcuni cosplayer vedono le gare come delle "vetrine" in cui mettersi in mostra, per ricevere più foto o magari qualche like (?); altri non partecipano perché hanno paura di perdere (credetemi, ne conosco...ed alcuni quando ho chiesto loro perché non si iscrivevano mi hanno risposto "tanto partecipano *loro*, vinceranno sicuramente! Cosa mi esibisco a fare?"); altri ancora che partecipano tanto per fare qualcosa durante una fiera; infine ci sono quelli come me, che partecipano alla gara per provare a mettersi in gioco, per un'esperienza nuova, perché alla fine cosplay è sia COStume che PLAY. Non sto dicendo che tutti gli altri sbagliano eh! Sia ben chiaro! Riferisco solo quello che percepisco io da questo mondo! Come ho detto, io lo faccio un po' per gioco, un po' per puro esibizionismo (per quanto la mia paura del palcoscenico possa permettermelo), un po' perché dopo tutto il tempo e la fatica spesi dietro ad un costume ed ai suoi accessori mi fa piacere metterlo bene in mostra (quando sono soddisfatta del risultato ovviamente XD), e quale posto migliore se non su un palco?!


Ma veniamo alle mie esperienze su di un palco cosplay. Quante sono? Poche, ma non è questo che conta alla fine. Conta che alla fine ogni volta impari qualcosa di nuovo, che ti può essere utile per l'esibizione successiva.
Ad esempio, ecco qua le 5 cose che ho imparato partecipando, guardando e giudicando le gare cosplay!
  • ho imparato che se anche ti danno ventordici minuti a disposizione per la tua senetta, non serve che tu ti faccia una base da ventordici minuti, se poi dopo pochi secondi ti blocchi perché non sai che cos'altro fare. E' molto meglio avere una base corta ed occupare a pieno quel tempo! Niente tempi morti! Sono deleteri per chi guarda l'esibizione, sia dal pubblico che dalla giuria!
    Quando feci una delle mie prime esibizioni portando il Fire Kimono di Sakura, ricordo che feci tutto il mio (bellissimo) balletto con i ventagli in stile Memorie di una Geisha, e poi rimasi a terra per dei secondi interminabili, perché avevo calcolato male i tempi e la base era troppo lunga XD ahahahaha
  • ho imparato che non bisogna mai scappare difronte alla giuria! Se non vi fate guardare bene, come possono giudicare il vostro cosplay?? E questo l'ho capito stando appunto dalla parte della giuria; quando ti esibisci non lo riesci a capire, pensi che basti l'esibizione a mostrare il tuo abito, ma in realtà quando è in movimento, non si riesce a vedere bene tutti i dettagli del cosplay! Quindi: posa giuria! Che magari qualche giurato vuole anche chiedervi come avete fatto qualcosa :)
    Alla gara del Lucca Comics 2014 io scappai letteralmente da palco XD finita la base musicale mi prese il panico, raccolsi in fretta e furia le mie cose e me ne andai, senza farmi vedere...lo rimpiango ancora!
    Questo qua sopra è il video dell'esibizione di quell'anno <3 anche se i petali non sono caduti come avrei voluto sono molto contenta di com'è venuta!
  • ho imparato che è generalmente vero che insegnano ai corsi di teatro: mai dare le spalle al pubblico! Generalmente, appunto. Perché bisogna tenere conto che i costumi teatrali sono spesso incompleti sul dietro, mentre i cosplay sono costumi a tutto tondo, che vanno ammirati sia davanti che dietro. Quindi almeno una giravolta, fatela: mostrate il vostro lato migliore! Anche perché non è detto che la parte davanti di un cosplay sia necessariamente quella più lavorata e di effetto U_U
  • ho imparato che bisogna provare la scenetta. L'improvvisazione non è pane per tutti, siamo sinceri. Il "vado là e qualcosa faccio" spesso ci si ritorce contro. Almeno per me...se lo facessi io probabilmente starei bloccata in mezzo al palco senza sapere cosa fare! Soprattutto se non si è da soli a fare la scenetta bisogna fare qualche prova, o almeno mettersi d'accordo su cosa fare, per coordinarsi.
    Per svariati motivi, quest'anno alla gara del Lucca Comics, Belial ed io non siamo riuscite a provare la scenetta completa...la prima parte ci è venuta abbastanza bene, anche senza molte prove (eravamo coordinate \0/ ), purtroppo durante la parte del sollevamento della cornice c'è stato un intoppo che mi ha fatto saltare il cambio d'abito .-.Difatti un'altra cosa importante secondo me, è che qualunque cosa accada, cercate di andare avanti! E in quel caso sì, improvvisate XD

  • cos'altro ho imparato? Che alla fine non bisogna farsi il sangue amaro per una gara. Che tu partecipi, che tu sia spettatore o giurato, ci sarà sempre una domandina che aleggerà nell'aria una volta finita la premiazione: "perché ha vinto *tizio* e non *tizio*?"...alla fine è inevitabile, perché anche i giudici sono umani, e come umani hanno delle preferenze sullo stile del vestito, sul personaggio, sulla base musicale...su qualunque cosa! Ma alla fine è un gioco, quindi via, non prendetevela <3
Mmmmmh.....alla fine questo post si è trasformato in una rubrica di consigli sulle esibizioni...non era mia intenzione giuro! XD volevo solo raccontarvi degli aneddoti su cosa mi fa fare la timidezza sul palcoscenico ahahaha ma se questo può essere d'aiuto a qualcuno, ben venga! Lo spero veramente! <3 
Un'ultima cosa prima di andare, se le trovate (per quanto imbarazzante possa essere) riguardate le vostre scenette sul palco, è molto utile per capire cosa potete migliorare! Per quel che mi riguarda, credevo di aver fatto dei gesti moooolto più ampi e teatrali durante l'esibizione di Sakura e la Carta, ed invece alcuni movimenti visti dal pubblico sembrano quasi dei micro-spostamenti, così co che la prossima volta devo esagerare con le espressioni ed i gesti! Vi lascio il link di questa esibizione perché insomma una parla parla parla, e non mostra neanche quello che ha fatto? Non è giusto XD
 
Per vedere un'altra mia esibizione, controllate la mia pagina Facebook dove ho caricato il video della mia esibizione al Rovigo Comics 2015 con Alice della Sakizou!

XO XO
AyidaK

Nessun commento:

Posta un commento