lunedì 23 marzo 2015

Lo steampunk secondo me

Lo steampunk è un filone della narrativa fantastica-fantascientifica che introduce una tecnologia anacronistica all'interno di un'ambientazione storica, spesso l'Ottocento e in particolare la Londra vittoriana dei libri di Conan Doyle e H. G. Wells.

Le storie steampunk descrivono un mondo anacronistico - a volte una vera e propria ucronia - in cui armi e strumentazioni vengono azionate dalla forza motrice del vapore (steam in inglese) e l'energia elettrica torna a essere, come nella fantascienza ottocentesca, un elemento narrativo capace di ogni progresso e meraviglia (come sarà poi l'energia nucleare o le interpretazioni della meccanica quantistica nella fantascienza successiva); dove i computer sono completamente meccanici, o enormi apparati magnetici sono in grado di modificare l'orbita della Luna. Un modo per descrivere l'atmosfera steampunk è riassunto nello slogan "come sarebbe stato il passato se il futuro fosse accaduto prima" 
[...]A causa della popolarità dello steampunk nei movimenti come quello gotico, punk e rivet, c'è una crescente tendenza a fare di esso una subcultura e uno stile di vita. La forma più immediata di cultura steampunk è la comunità di appassionati che gravita intorno al genere.
Qualcuno è andato oltre, cercando di adattare un'estetica steampunk alla moda, all'arredamento e perfino alla musica. La "moda steampunk" non ha canoni definiti, ma tenta piuttosto di rispondere alla domanda "cosa sarebbe successo se punk, goth e rivet fossero vissuti in epoca vittoriana?". Le risposte possono consistere in acconciature alla moicana, o massiccio ricorso al piercing, oppure corsetti e sottovesti a brandelli, o completi vittoriani con occhiali di protezione e stivali con fibbie a suola larga, o, infine, gli stili gotici, Gothic Aristocrat e gothic lolita.
Wikipedia 
COS'E' PER ME “STEAMPUNK”:
Come per tutte le principali mode, ognuno da una sua versione dello steampunk: c'è chi lo vede come un'opportunità di inserire di tutto e di più in un abito, c'è chi pensa che anche un solo ingranaggio deve essere funzionale e non solo “buttato lì”, ecc... la mia idea di steampunk invece si basa soprattutto sui modelli degli abiti, sui colori e le fantasie, niente di troppo eccessivo, qualcosa di lineare, ma che nella sua semplicità ricordi questo stile: chiusure a corsetto, ruche e pizzo, file di bottoni che richiamano le vecchie divise militari, pantaloncini che da dietro ricreano il tipico “culone vittoriano”, un semplice vestito con delle cinghie di cuoio.

Quindi è questo che vedrete mano a mano spuntare nel mio blog, niente di mai troppo eccessivo, qualcosa che si possa indossare tranquillamente tutti i giorni: un capo particolare, un accessorio strettamente steampunk, ma tutto sempre molto equilibrato (almeno secondo il mio punto di vista!).

Per evitare polemiche del tipo "ma non è abbastanza decorato per essere steampunk! Se non ci sono ingranaggi non è steampunk", ho voluto precisare la MIA visione di questo modo di vestire, che ho sempre voluto seguire, ma che essendo sempre stata circondata da persone che giudicavano ogni minima cosa che ti mettivi addoso (nonostante frequentassi un istituto d'arte), non ho mai potuto, o meglio, mi è sempre mancato il coraggio di indossare questo tipo di capi, quindi da qui partiremo a piccoli passi, per chi volesse seguirmi in questo viaggio :)

Nessun commento:

Posta un commento